Sprazzi di veri Hogs

Sembra veramente stregato questo inizio di stagione per gli Hogs, che non riescono ad imporsi in nessuna delle due partite che li vedevano di fronte ai Panthers. Non bisogna comunque disperare, perché se il risultato è stato il medesimo rispetto alla settimana scorsa, le prestazioni, specie quella dell’under 21,sono sicuramente state di un altro spessore rispetto all’esordio. Come spesso succede, a fare la differenza sono i dettagli, e su questi gli Hogs devono ancora lavorare parecchio. I primi a scendere in campo sono stati gli Under 21. L’inizio di partita faceva presagire un’altra disfatta, con gli Hogs costretti al punt e i Panthers subito in touch down su passaggio di Forte per Drago. Punteggio di  8-0 dopo la trasformazione. Cosi, per fortuna, non è stato, perchè la Wing T di coach Fiorillo si è finalmente messa in moto e con una corsa di Maestri, che ha portato la palla fino alle 7 yard, e la finalizzazione di Michelini il punteggio si è fissato sull’8 a 6 in attesa della trasformazione. Trasformazione, che non riesce causa il passaggio intercettato di De Jesus. Il sorpasso sembrava poi a portata di mano quando, prima con l’intercetto di Errico e poi con quello di Bedogni, l’ attacco reggiano si è ritrovato la palla sulle 10 yard avversarie. Cosi purtroppo non è stato perché sul quarto tentativo e goal, gli Hogs, anzichè calciare ed assicurarsi i 3 punti, che sarebbero valsi il 9 a 6,hanno deciso di cercare il touch down, non riuscendovi. Il Primo tempo sembrava concludersi sul 8 a 6,ma, proprio nell’ultimo minuto, i Panthers riuscivano a segnare mandando le squadre al riposo sul 14 a 6. Nel secondo tempo però gli Hogs, non si sono dati per vinti: hanno subito recuperato palla con Errico dopo un fumble provocato da Barca e hanno accorciato le distanze, sul 14-12, dopo un uno-due micidiale di Michelini, che pur essendo stato schierato nel ruolo non solito di halfback, causa l’infortunio a Maestri, non ha certo fatto mancare il suo apporto. Tutto faceva pensare che gli Hogs potessero ribaltare le sorti del match quando a meno di 2 minuti dalla fine, dopo un ricezione di Manfredini, l’attacco reggiano era a sole 12 yard dalla end-zone avversaria, purtroppo, però le corse di Michelini prima e, nell’ultimo down, di de Jesus non hanno portato gli effetti sperati e la partita si è conclusa sul 14-12 per i Panthers. Peccato per gli Hogs, che con 2 field goal non impossibili si sarebbero assicurati la vittoria. Ancora più incerta, se possibile, è stata la sfida delle Under 18,conclusasi solo dopo un overtime. Dopo un primo tempo, all’insegna della grande difesa marcata Hogs, capace di respingere i Panthers anche a ridosso della goal line e  di provocare, con Tedeschi, un fumble; nel secondo tempo si è visto finalmente anche l’attacco reggiano: Algeri si mangia il campo e porta la palla sulle 4,Maestri poi, con una corsa esterna, fissa il punteggio sul 6-0 in favore degli Hogs. Vantaggio che però dura solo pochi minuti perché la difesa reggiana, fino a quel momento perfetta, concede una ricezione a Maccaferri che porta la palla sulle 3 degli Hogs. E’ poi un gioco da ragazzi per i Panthers arrivare al touch down e fissare il punteggio alla chiusura del terzo quarto sul 6 pari. La quarta frazione si apre con il secondo big play di giornata per gli Hogs: Ruozzi completa per Tedeschi, che invola verso la end zone, ma un prodigioso recupero della difesa parmigiana lo ferma sulle 16, infruttuosi si riveleranno poi i tentativi di finalizzare di Algeri, mattatore dell’attacco reggiano, e Maestri. Nessuna delle due squadre, riesce poi ad avvicinarsi alla end zone avversaria e si va cosi all’over time. Partono in attacco in Panthers che realizzano il touch down con una ricezione. Tocca poi ai reggiani, che su di una corsa perdono palla. Fumble ricoperto dai Panthers e vittoria per i padroni di casa che fissano il punteggio sul 12-6.

Ottime prestazioni per i team che non hanno raggiunto la vittoria, ma che hanno dato prova di forza con bel gioco e carattere per entrambi i team. Sarà il terreno di casa a ospitare domenica prossima l’ultimo appello di questi giovani team che devono riuscire a sbloccare il tabellino delle vittorie.

Lascia un commento


Federazioni