HOGS : Contro i primi della classe

Diciamolo chiaramente che fin dalle elementari i compagni saputelli, quelli che sapevano sempre tutto, che ad ogni domanda della maestra alzavano la mano come per dire ”Io lo so, io lo so”, sono sempre stati un poco antipatici. Poi magari li avresti voluti strangolare quando ti dicevano ”Ma non è che poi studio molto; ogni tanto quando capita”.
Sabato sera gli Hogs vanno a giocare allo stadio Europa di Bolzano, contro i Giants, indubbiamente i primi della classe: miglior record (7 vinte e 1 persa) e miglior squadra come rendimento (1° attacco e 2° difesa). La differenza dalle scuole elementari è che in campo questi primi della classe alzano il braccio per tirarti delle mazzate e la risposta la sai già: bisogna darsi da fare altrimenti son dolori. Se poi gli parli al di fuori del campo ti dicono: ”Ma non è che poi ci alleniamo tanto assieme..ogni tanto”: vero! I Tisma boys sono l’allegra sovversione di tutti i discorsi relativi alla programmazione, scheduling degli allenamenti, progressivo inserimento dei giovani in prima squadra (es. il giovane QB Bonacci “buttato” in campo per tutta una partita ad Ancona) e via dicendo. Squadra composta da uno storico gruppo di atleti locali, è completata da giocatori provenienti da Bologna, Alessandria e ultimamente da Valencia (Spagna): il RB “Cloche” Ventorre arriva in aereo ogni venerdì: allenamento serale, walking eventuale del sabato mattina e poi go to play. Ahh dimenticavamo la ciliegina sulla torta: non dispongono di un roster molto numeroso, talvolta i doppi ruoli (anche tripli) si sprecano.
I Panthers Parma sono stati gli unici in grado di riuscire a macchiare il tabellino di marcia dei bolzanini.
Gli Hogs sono completamente chiusi nei pronostici, ma hanno un obiettivo importantissimo: avendo un record di 4 vinte e 4 perse, una vittoria a Bolzano significherebbe mettere nel cassetto una stagione vincente, che come esordio nel massimo campionato italiano sarebbe davvero un gran risultato. Il sintetico dello stadio Europa sembra essere il terreno ideale per esaltare le doti di Mittash (attuale leader della classifica dei RB), che però dovrà vedersela con la potente linea di difesa dei Giants: Martin, Gennaro e Giuliano saranno un test impegnativo per la linea d’attacco degli Hogs: il probabile rientro del difensore USA Reed, non semplificherà sicuramente il lavoro. Le rogne girano sempre in compagnia e nell’attacco dei Giants dovrebbe anche rientrare il folletto Green, infortunatosi durante il primo quarto di gioco contro Parma. Nel caso non fosse utilizzabile al 100%, coach Tisma può però contare sulla miglior coppia di WR del campionato, Piva e Panzani.
La difesa dei porcellini, coordinata dal coach Giberti, dovrà cavare il meglio dal trio dei DB Cordes, Diaz e Caccialupi, che con 8 intercetti totalizzati in stagione sembrano attrezzati per ostacolare al meglio il passing game dei Giants. Mettere però pressione sul QB Marty non sarà semplice: i Giants, tenendo fede al loro nome, sono ben dimensionati anche in linea d’attacco, reparto guidato dal monumentale centro Fabio “Attila” Armano. Giornata lunga e pesante per i giovani difensori degli Hogs: Tukpeh, Errico, Fantuzzi e Dibitonto (mica poi tanto giovane questo), causa il divieto dell’uso di armi da fuoco, dovranno davvero andare oltre il 100%, dal primo all’ultimo minuto.
Nel caso gli Hogs riuscissero a rimanere vicini nel punteggio agli avversari, il kicker rookie Iotti (primo nei field goal), con la potenza di gamba messa in mostra in questo campionato, potrebbe trasformare in punti parecchie situazioni di campo favorevoli.
Tante differenze fra Giants e Hogs, ma forse una cosa in comune c’è fra i due team: il gruppo, che è tale anche al di fuori del campo e che non ti abbandona mai, sia per aiutarti in un blocco, che per cuocere una costina o finire una birra.

La redazione di Ultrafootball.

Lascia un commento


Federazioni