Storica vittoria in Europa per gli HOGS

Brillante esordio europeo per i porcellini, con una netta vittoria nel primo impegno della Challenge Cup.
64 a 13 il punteggio finale sui polacchi dei Devils di Wroclaw. Trasferta di oltre 1200 km, iniziata sabato mattina alle 5 di mattina, arrivo in serata e kick off alle 12,00 di domenica. Il Wroclaw Stadion accoglie gli Hogs con un pubblico numeroso ed un impianto audio potente che suona gli inni nazionali nel pre game. Nutrita e di qualità la presenza femminile sugli spalti e a bordocampo dove l’affascinante Johana (177 cm con un 56% di gambe) era stata probabilmente messa al box segnadown per distrarre i giocatori: missione compiuta, anche il coaching staff, ogni tanto ha buttato l’occhio. Il primo drive dell’incontro è chiuso in TD dagli Hogs col RB Niles: a lato però il calcio di Iotti. Al gioco di corsa degli Hogs, i Devils rispondono con un continuo bombardamento in spread offense, che all’inizio porta ad un sorprendente sorpasso della squadra polacca. Il QB Wydrowski lancia sul profondo post di Szuszkiewicz (..mannaggia ‘sti cognomi polacchi) che vola per oltre 30 yard. Il calcio di Mazur da il momentaneo vantaggio ai Devils: 7 a 6 per i padroni di casa. Da qui in avanti però la difesa dei porcellini concederà ben poco ai lanci dei Devils, mentre il running game inizia a segnare punti con continuità. Alla fine saranno ben 5 gli intercetti messi a segno dalla secondaria reggiana, di cui uno riportato in touchdown dal safety Cordes: gli altri intercetti sono stati opera di Mosca, Caccialupi e Archilli, al suo esordio in una partita ufficiale. In cabina di regia torna il veterano Lazzaretti e Diaz viene spostato nella posizione di wing-back. Già nel primo tempo Lazzaretti toglie la ruggine dal braccio e imbecca proprio Diaz e il TE Iotti. Altre 2 segnature del giovane Callegati (solo 18 anni) fissano il punteggio sul 38 a 6. I Devils sono scesi in campo con la formazione che disputerà il campionato nazionale polacco, ma senza giocatori americani a roster. Nel secondo tempo i Devils non rinunciano ad insistere col passing game, ma la pressione della difesa degli Hogs inizia a rendere lunga e difficile la giornata del volenteroso Wydrowski saccato nel blitz del LB Franceschini. Inoltre Ligabue e Bussei recuperano due palloni, uno sfuggito nello snap fra centro e QB e l’altro in un tentativo di hand off. Altri punti per gli Hogs vengono dalle segnature di Niles. La prima è su una sweep laterale da oltre 50 yard, mentre ad un corto lancio di Lazzaretti il fuoriclasse USA aggiunge una serpentina da 20 yard che porta il punteggio sul 64 a 7. A meno di due minuti dalla fine l’attacco Hogs è nuovamente a ridosso della end zone dei Devils, ma il bel drive condotto dal giovane regista Tirelli si spegne in un’attimo di distrazione. Il corto lancio nella flat di destra viene intercettato in end zone dal CB Lary che si lancia in un incredibile ritorno coast to coast: 100 yard di uno scintillante gesto atletico, che premiano il continuo impegno di tutta la squadra polacca. Il 64 a 13 finale è un punteggio pesante per i Devils, che comunque erano alla loro prima partita ufficiale della stagione e devono probabilmente mettere a punto un gioco di corsa che li possa aiutare con guadagni più costanti di terreno. In difesa menzione per il n° 70 Wallush che ha praticamente giocato in tutte le posizioni della linea di difesa. Aldilà del risultato, la partita è anche servita a provare il personale in posizioni differenti dalle solite. Partita giusta per provare il delicato cambio in cabina di regia per l’attacco degli Hogs. Lazzaretti ha distribuito bene sia sui ricevitori che sui runnning-back ed alcuni guizzi di Diaz, fanno ben sperare per i prossimi impegni dei porcellini. Il fullback Fiorillo è soddisfatto della prestazione della sua squadra:” Era prevedibile che i Devils non sarebbero stati un ostacolo insormontabile-dice Fiorillo-oltre a non avere giocatori americani, hanno pochi anni di esperienza, anche se il roster è molto lungo (oltre 45 giocatori ndr) e fisicamente sono giocatori preparati. I coach hanno dato spazio a tutti ed io sono il primo ad essere contento per la bella partita di tanti ragazzi che sino ad oggi non avevano avuto molte occasioni di scendere in campo. Fra tutti la nostra guardia “Chicco” Vigarani: correre dietro ai suoi blocchi è stata una piacevole sorpresa.”. Ora dopo il felice esordio in Europa, si torna agli impegni di casa. Si ricomincia col campionato IFL e sono i Marines a bussare alla porta degli Hogs. Sabato andrà in scena la rivincita della semifinale dello scorso anno, quando a sorpresa i porcellini volarono in finale, vincendo un’incontro tiratissimo. Sicuramente a Roma parecchi giocatori avranno già sciolto i nodi fatti ai fazzoletti la scorsa estate.

Lascia un commento


Federazioni