HOGS – Doves : un lungo Sabato

Terzo impegno di campionato per gli Hogs, decisamente caricati dalla prima vittoria di campionato, ottenuta sul campo dei Rhinos. Altro avversario dal passato illustre per i porcellini: allo stadio Torelli di Scandiano, alle 18,00, arrivano i Doves Bologna, campioni d’Italia nel 1985 e vice campioni d’Europa nel 1986.Lo scorso anno, al loro esordio nel massimo campionato nazionale, i Doves ottennero un brillante record di 5 vittorie e 5 sconfitte, mancando di poco l’ingresso ai play-off: quest’anno all’esordio sono stati sconfitti, in una combattuta partita, dalla corazzata dei Giants Bolzano. Unica squadra del campionato ad affidarsi ad un QB italiano, i bolognesi saranno guidati da “Willo” Scaglia, che nel 2007 vinse con i Green Hogs il campionato nazionale U21. Proprio per lavorare al meglio sul talento di “Willo”, i Doves hanno ingaggiato il coach Robert Ricca dalla St John University. I giocatori made in USA sono il RB Terrell Williams, proveniente dalla Canadian Football League, il FB/DE Manderino, con esperienza nella practice squad dei Kansas City Chiefs e il monumentale uomo di linea Sweeney. Per le linee degli Hogs sarà una giornata lunga e faticosa, in quanto il tonnellaggio pende decisamente a favore dei Doves, anche per il probabile impiego in attacco e difesa di Manderino e Sweeney. Da tenere d’occhio anche l’italianissima coppia di LB “Jeb” Ropa e “Gis” Nobile, autori nella prima partita di ben 7 placcaggi singoli. Avversari di questo spessore devono comunque rappresentare uno stimolo a dare il massimo in ogni down, secondo il pensiero del capitano “Robby” Musi”, colonna della offensive line reggiana :”In tanti anni – spiega “Robby” – raramente abbiamo incontrato linee più piccole: ormai è una costante. Noi cerchiamo sempre di sfruttare una maggior velocità d’esecuzione e un timing costruito su anni di allenamento. Ad ogni campionato abbiamo inserito ragazzi provenienti dal settore giovanile, ma che avevano comunque usato lo stesso sistema di gioco della prima squadra. Vista comunque la stazza delle due linee americane dei Doves ho suggerito ai miei compagni di reparto Bruzzi e Otis di sospendere la dieta dimagrante per questa settimana.” Nel reparto dei runner reggiani la sottomaglia protettiva del RB Fiorillo sarà fornita di zavorre per immersioni, per renderlo più efficace nelle corse centrali. Riuscire a costruire drive lunghi e con guadagni costanti è l’obiettivo dichiarato dell’attacco reggiano, che comunque la scorsa settimana ha prodotto due big play con lunghi pass di Diaz diretti al RB Niles e al TE “Panda” Tartaglia. La difesa dovrà cercare di contenere il RB Williams, capace di sfiorare le 100 yard all’esordio contro la forte difesa dei Giants Bolzano, senza però commettere l’errore di “chiudersi” troppo: i ripetuti tentativi di corsa dei bolognesi spesso preparano il momento per le “bombe aeree” di Scaglia. Contro i Rhinos, comunque la difesa ha disputato una buona partita controllando ottimamente i tentativi di play action dell’attacco milanese. Scongiurato lo spettro del “cucchiaio di legno 2009”, con la prima vittoria in campionato, i porcellini di Dwayne Hatch faranno di tutto per regalare al pubblico amico del Torelli la gioia della vittoria, ma le colombe, siamo sicuri, non scenderanno in campo portando l’ulivo della pace: spettacolo quindi assicurato in campo…e se poi i Doves portassero in trasferta anche il loro gruppo di cheerleaders ..chissà, speriamo bene.

Lascia un commento


Federazioni