HOGS: che bella partita

TD - NilesRiscatto dei porcellini nella terza giornata del campionato IFL, che vanno a sbancare il Vigorelli di Milano, con una prestazione convincente e continua per tutto l’incontro. Mattatore dell’incontro il fuoriclasse Niles (è il nome, ma ci suona meglio del cognome Mittash): schierato in attacco e difesa ha galoppato per tutto il campo con la palla e messo a segno alcuni bei placcaggi.

La vittoria degli Hogs è stata costruita con 5 lunghi drive dell’attacco di cui uno solo non è andato a segno, mentre l’attacco dei Rhinos ha trovato continuità solo nel drive vincente del secondo quarto.

Partenza degli Hogs in attacco, ed i reggiani sembrano stentare contro la difesa Rhinos e chiudono al pelo 2 primi down: le martellate del LB Archer (ex Indianapolis Colts) risuonano imperiose nel Vigorelli. Poi un guizzo di Niles porta gli Hogs a 5 yard dalla end zone, ma qui riprende il lavoro di fonderia di Archer e Pasquini, supportato anche dalle secondarie e si spegne su un 4° tentativo il tentativo degli Hogs. Rientra in una posizione difficile l’attacco di casa e subito mette in mostra un RB pieno di talento, Butler, ma non ancora in sintonia con la sua linea d’attacco, costretto quindi spesso a cercare l’invenzione personale. La scelta dei coach Rossi e Giberti di schierare Niles a fianco di Cordes in profondità nel backfield frena il braccio di Meyer, costretto per tutto l’incontro a fronteggiare la pressione di un fronte a 6 costantemente in blitz nelle situazioni di lancio. Alla fine “Ozzie” Tukpeh e Capitan Ligabue metteranno a segno un sack a testa e il giovane ed altissimo DE Errico, alzando le braccia un paio di “stoppate” sui lanci di Meyer: decisamente alle elementari era lui il designato a raccogliere la frutta dagli alberi per i compagni di classe. Il punteggio si sblocca verso l’inizio del secondo quarto, con Vaccari e Niles che portano nuovamente l’attacco a sole 3 yard dalla end zone: da qui è Fiorillo a portare dentro il pallone. Il calcio di Iotti ( al fine 4su 4 per il kicker reggiano) fissa il vantaggio Hogs: 7 a 0. Verso la fine del secondo quarto trova il ritmo l’attacco di casa e dopo una spettacolare ricezione di Catalano ( non siamo sicuri), grande chiamata del coaching staff milanese, che vista la difesa Hogs un poco allungata chiama un draw che Butler chiude in maniera spettacolare con tuffo in end zone. Calcio dei Rhinos e perfetta parità a meno di 2 minuti dall’intervallo. Dopo il kick-off i Rhinos, nonostante il poco tempo restano col solo safety in profondità. La finta di corsa gela per un momento la difesa Rhinos: è quello che serve a Diaz per settarsi e sparare profondo sul post di Niles, che davvero vola sul turf del Vigorelli per un TD pass da oltre 50 yard, entrando in end zone con le braccia alzate. Nel terzo quarto il divario si allarga ancora quando un altro drive degli Hogs viene chiuso di forza da una breve corsa di Niles: il quarto TD di “Effe” Vaccari ( slalom su una counter) chiude definitivamente l’incontro. In ultimo segnalazione per il safety degli Hogs Cordes, autore di una prestazione perfetta, riservata però ad osservatori esperti: i suoi interventi sono stati rari, ma per il fatto che le sue coperture hanno sconsigliato al QB Meyer di cercare soluzioni aeree nella zona del safety reggiano. Nettamente migliorati gli special team reggiani che stavolta hanno consentito all’attacco guidato da Diaz di partire da posizioni decisamente più favorevoli rispetto all’incontro precedente e buone anche le coperture sui ritorni di punt degli avversari. I Rhinos hanno subito i lunghi drive dell’attacco Hogs, ma hanno pagato la scarsa continuità del loro attacco, che solo in occasione del TD ha comunque messo in luce delle ottime potenzialità. Superiori per stazza le linee d’attacco milanesi non sono però riuscite a bloccare con regolarità la veloce difesa degli Hogs e questo ha davvero fatto la differenza. Iniezione di fiducia per gli Hogs in vista del prossimo impegno casalingo, coi Doves Bologna, un altro derby che promette scintille e spettacolo. Passo falso dei Rhinos, che comunque erano al loro esordio in campionato: avranno sicuramente occasione di rifarsi.

In chiusura di cronaca una segnalazione per l’attuale stato di single del capitano della difesa degli Hogs Damiano Ligabue: le candidate interessate a “smuovere e/o modificare” questa situazione sono pregate di contattarlo su Facebook. Digitando nella finestra di ricerca nome e cognome del difensore è il primo della lista.

Lascia un commento


Federazioni